Biscotti arrotolati alla confettura di fragole

A spasso nei frutteti di Zuegg: Fra dolci e sorrisi

Immaginavo i tavoli di legno di un tempo, mentre le mani di mia mamma impastavano veloci la frolla per i biscotti.
Pensavo a quelle cucine antiche di cascina, di cui nonna mi parlava sempre e ai loro grandi tavoloni. Quei tavoli che se avessero potuto parlare, avrebbero raccontato le storie più incredibili e strazianti, storie di amore, di guerra e di rinascita.

Guardavo le mani di mia mamma e tutto era così affascinante, adoravo osservare il tuorlo faticare a rompersi, in quella bianca fontana di farina.

Credo di aver imparato le cose migliori dalla cucina, dal cibo e dai ritmi della natura.
Prendi la pasta frolla, una preparazione semplice, ma che senza impegno e un minimo di accortezza può impazzire, o non uscire bene.
Ci vuole rapidità per non scaldarla e al contempo delicatezza, per non rovinarla.
O la pasta del pane che, nella tradizione popolare, è sempre stata chiamata “la pasta tosta”, perché viene sbattuta ripetutamente sulla spianatoia, ma con movimenti lenti e mai casuali, senza violenza e fretta.
Questi adorabili paradossi della cucina mi hanno insegnato a bilanciare ogni cosa e a dare la giusta importanza all’equilibrio, nella cucina, come nella vita.

La seconda tappa del nostro viaggio con Zuegg e il suo sole blu inizia così, fra ricordi che sembrano lontani, ma che in realtà sono incredibilmente vicini e vivi.
Ricordate la prima?
Eravamo nel mio cortile, all’ombra di un limone, con i biscotti senza uova alla marmellata di arance.

Oggi ci fermiamo qui, sotto una vite, ad assaporare i biscotti arrotolati alla confettura di fragole.
Nel Cilento è tradizione preparare questa tipologia di biscotti “arrotolati”, inserendo frutta secca, in particolare mandorle tostate.

Per questi biscotti ho scelto la confettura di fragole Zuegg, profumata e meravigliosamente buona.
Nelle prossime ricette, vi mostrerò anche il procedimento con le foto.

Siete pronti per la ricetta?
Grembiule, spianatoia, confettura Zuegg e si parte!


Ingredienti (per circa 35 biscotti)

Per la pasta frolla:
500 gr di farina 0
2 uova e 1 tuorlo
180 gr di burro
160 gr di zucchero semolato
un cucchiaino e mezzo di lievito istantaneo per dolci
un cucchiaio e mezzo di latte fresco
un pizzico di sale

Per il ripieno:
Confettura di fragole Zuegg*

Procedimento

In una ciotola lavoriamo il burro freddo di frigo con lo zucchero, amalgamandoli con una forchetta.
Riduciamo in crema e aggiungiamo la farina, il lievito e il pizzico di sale.
Mescoliamo velocemente e aggiungiamo le uova e il latte freddo.

Quando il composto è abbastanza omogeneo, trasferiamolo sulla spianatoia.
Impastiamo fino a che la pasta non appare lucida e omogenea.
Formiamo una palla, copriamola con pellicola alimentare e lasciamola riposare in frigo per almeno 40 minuti.
Possiamo anche prepararla il giorno prima o il mattino.

Passato il tempo del riposo in frigo, accendiamo il forno a 160 gradi*.
Preleviamo l’impasto e dividiamolo in due parti uguali.
Prendiamo il primo panetto e stendiamolo con un mattarello, aiutandoci con un po’ di farina.*
Diamo una forma rettangolare, dallo spessore di circa 3 cm.

A questo spunto spalmiamo la confettura sulla nostra base di frolla rettangolare, lasciando circa 1 cm dal bordo.
Arrotoliamo la base su se stessa dal lato lungo, come preferiamo.
Io ho preferito arrotolarla in maniera stretta, quindi i biscotti sono venuti con più strati di confettura, ma potete arrotolarla anche meno volte e ottenere un effetto a meno strati.

Sigilliamo i bordi e poniamo il filone di frolla su una teglia ricoperta di carta forno.
Inforniamo nel forno statico, nel ripiano centrale, per circa 20 min.

Seguiamo lo stesso procedimento con l’altro panetto di frolla.

Trascorso il tempo, riprendiamo il nostro filone e con l’aiuto di un coltello a lama liscia e lunga tagliamolo a fette.
Io le ho fatte di circa 2 cm, ma potete tagliarle anche più grandi, o più sottili.
Disponiamo i biscotti sulla teglia e inforniamoli nuovamente per circa 8 min nel ripiano più alto, fino a doratura.
Sforniamo i biscotti e lasciamoli raffreddare.

Già il profumo fa innamorare, non è vero?

I consigli di nonna Papera:
*Confettura: Potete utilizzare la confettura o marmellata che preferite, sbizzarritevi con i gusti.
*Impasto: La frolla dovrebbe risultare molto morbida, quindi aiutatevi con la farina, sia sotto che sul mattarello.
*Cottura: I biscotti sono pronti quando cominciano a dorarsi.
Regolate la temperatura e la durata della cottura in base al vostro forno.

Questa è una ricetta del cuore, una di quelle capaci di riportarti indietro nel tempo, con la sua semplicità.
Il nostro viaggio è solo all’inizio, abbiamo tante altre mete da scoprire.
Vi va di seguirmi?

Vi abbraccio e, a proposito, non dimenticate di dire “gigli e rose”.
Roberta

 

Tags from the story
, ,

2 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *