Fiori sparsi

Ho vagato, fra le colline e le montagne dei miei luoghi, osservando dall’alto le onde spumose del mare cilentano e raccogliendo asfodeli spontanei, quei fiori di cui mi parlava mia mamma e io, incuriosita da questo nome misterioso, le chiedevo di raccontarmi di più

Fiori sparsi

Non ho trovato solo asfodeli spontanei sulla mia strada, ma piante selvatiche e fiori che non conoscevo, ho arricchito la mia anima di verde brillante e vita profumata e poi ho ricominciato a camminare, lungo il cammino della vita, la mia.
Non sempre è semplice riconoscere un fiore raro e apprezzare la bellezza quando la incontriamo, ma attraverso “Fiori sparsi” provo a fare proprio questo e chiedo a voi di accompagnarmi, in questo viaggio, che è la nostra esistenza, alla scoperta di attimi e petali sparsi, a volte nascosti, a volte desiderosi di abbracciarci.