Mostaccioli: la ricetta cilentana

Mostaccioli

Quando penso al Natale, nella mia mente, una volta la tovaglia è a quadri rossa, altre volte a righine verdi, ma ci sono elementi che non mutano mai: le mani di nonna, il sorriso di mamma e io che senza una macchina fotografica catturo quell’istante per riviverlo e riassaporare i mostaccioli, oltre a tante altre delizie.

Come avrete capito, adoro le tradizioni natalizie e il Cilento è il luogo perfetto per scoprire riti interessanti e ancestrali, nei quali perdersi e ritrovarsi in un viaggio all’insegna della genuinità e dei sapori veri.
Un viaggio dal quale si torna diversi, più ricchi (di chili e non solo).

Non è dicembre nel Cilento senza i mastaccioli di Natale, quei dolcetti irresistibili a forma di rombo, ricoperti di cioccolato fondente e dal profumo speziato.

Mia nonna mi raccontava sempre che esiste un altro tipo di mostacciuoli cilentani: quelli della sposa.
A differenza di quelli natalizi, i mostacciuoli della sposa vengono realizzati con il pan di spagna soffice e sono ricoperti di naspro (glassa all’acqua e limone).
Vengono chiamati così perché venivano preparati per il buffet dei matrimoni.

Oggi i protagonisti sono quelli tradizionali di Natale, siete pronti a prepararli insieme?

Eccovi la ricetta perfetta per dei mostaccioli morbidissimi e deliziosi.

Mostaccioli: la ricetta cilentana

Ingredienti per circa 35 mostaccioli medi:
400 gr di farina di 0 (o farina di Maiorca)
200 gr di acqua circa
100 gr di frumina
un cucchiaino di bicarbonato
100 gr di zucchero semolato
60 gr di miele di acacia
135 gr di mandorle
35 gr di cacao amaro
2 tazzine di caffè
2 cucchiaini di cannella
1 cucchiaino di noce moscata
La buccia grattugiata di 1 arancio

Per la copertura:
300 gr di cioccolato fondente
latte fresco q.b.

Procedimento per i mostaccioli:
Riduciamo con un tritatutto le mandorle in farina e aggiungiamo lo zucchero.
In alternativa, possiamo utilizzare la farina di mandorle già pronta.
In una ciotola capiente mischiamo tutti gli ingredienti secchi: Farina di Maiorca (o quella che avete scelto), frumina, farina di mandorle con lo zucchero, bicarbonato, cacao amaro, cannella, noce moscata.

Mescoliamo e aggiungiamo gradualmente: Il miele, il caffè, la buccia dell’arancio e l’acqua.

Vi suggerisco di inserire l’acqua poco alla volta, perché a seconda del tipo di farina, cambierà il grado di assorbimento e quindi la quantità.

Impastiamo e trasferiamo sulla spianatoia il composto, che apparirà morbido ma non appiccicoso.
Se così fosse, aggiungiamo un po’ di farina.

Creiamo un panetto e copriamolo con pellicola, lasciamolo riposare per circa 15 minuti a temperatura ambiente.
A questo punto dividiamo in due il panetto e stendiamone uno con il mattarello ad uno spessore medio.
Facciamo attenzione a non stendere la pasta troppo sottile, altrimenti i mastacciuoli saranno meno morbidi e alti.

A questo punto tagliamo i nostri mostaccioli di Natale a forma di rombo, con un coltello a lama liscia e lunga o con la formina apposita.
Io per farli tutti della stessa dimensione ho utilizzato una formina di carta e seguito i lati con un coltello.

Preriscaldiamo il forno statico a 165°.
Disponiamo i mostaccioli sulla teglia da forno e inforniamoli nel ripiano centrale per circa 13 minuti.

Nel frattempo, facciamo sciogliere circa 300 gr di cioccolato fondente a bagnomaria e diluiamo con un po’ di latte fresco, per renderlo meno denso.

Sforniamo i mostaccioli e immergiamo uno alla volta nel cioccolato fuso, soltanto da un lato.
Disponiamoli sulla carta forno e lasciamo solidificare il cioccolato.

Possiamo conservare i mostaccioli di Natale coperti, in luogo fresco, per circa 8-10 giorni.

Prepararli è davvero semplice, mangiarli ancora di più.

Alla prossima ricetta di Natale, un abbraccio.

Roberta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *